articolo 33

Home » VARIE » Legge di stabilità, il MIUR ha tagliato più del dovuto?

Legge di stabilità, il MIUR ha tagliato più del dovuto?

Categorie

 

red – A porre il dubbio è il sindacato USB che ieri ha pubblicato dei documenti sul proprio sito che dimostrerebbero come dal Ministero siano giunti più tagli di quelli richiesti.

Le voci dei tagli sono quelli dell’emendamento sulle 24 ore da noi divulgati,ma bisognerebbe prendere in considerazione anche i risparmi sui DSGA, per i compensi per le commissini dei concorsi e per i giorni di ferie non pagati ai precari.

Partiamo dagli emendamenti per impedire le 24 ore di lezione frontale ai docenti senza un’adeguata retribuzione

a) dopo il comma 42, aggiungere i seguenti:

  • 42-bis. A decorrere dal 1° gennaio 2014 il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca dismette la sede romana di piazzale Kennedy e il relativo contratto di locazione è risolto. Da tale dismissione derivano risparmi di spesa pari a 6 milioni di euro a decorrere dall’anno 2014.
  • comma 870, della legge 29 dicembre 2006, n. euro 20 milioni a decorrere dall’anno 2013.
  • 42-quater. legislativo 27 luglio 1999, n. contribuzione a fondo perduto. Nell’esercizio finanziario 2013 è versata all’entrata del bilancio dello Stato la somma di 30 milioni di euro a valere sulla contabilità speciale relativa al Fondo per le agevolazioni alla ricerca di cui all’articolo 5 del decreto 297, a valere sulla quota relativa alla
  • 42-quinquies. Le risorse finanziarie disponibili per le competenze accessorie del personale del comparto scuola sono ridotte di 47,5 milioni di euro a decorrere dall’anno 2013, per la quota parte attinente al Fondo delle istituzioni scolastiche.
  • 42-sexies, n. 119,4 milioni di euro nell’anno 2014 e di 125,5 milioni di euro a decorrere dall’anno 2015. . Il fondo di cui all’articolo 4, comma 82, della legge 183 12 novembre 2011, è ridotto di 83,6 milioni di euro nell’anno 2013, di
  • 42-septies2012, n. assicurato dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca anche mediante l’attuazione del comma 15 del medesimo articolo. Il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, entro il 31 gennaio 2013, può formulare proposte di rimodulazione delle riduzioni di spesa di cui al primo periodo. Il Ministro dell’economia e delle finanze è autorizzato ad apportare, con proprio decreto, le occorrenti variazioni di bilancio. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. . Il concorso al raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica di cui all’articolo 7 del decreto-legge 6 luglio 135, è

b) al comma 44, dopo le parole: al personale docente aggiungere le seguenti: ed ATA;
c) al comma 46, sopprimere la lettera b);
d) sopprimere i commi 75 e 76.

Secondo il calcolo svolto dall’USB questi saranno i tagli, in difetto, operati dagli emendamenti. La somma totale è maggiore rispetto agli obiettivi iniziali, che secondo fonti giornalistiche dovevano essere di 157 milioni per il 2013, 172 milioni per il 2014 e 236,7 per il 2015. Avrà ragione il sindacato?

Comma/anno 2013 2014 2015
42 bis   6 6
42 ter 20 20 20
42 quater 30    
42 quinques 47,5 47,5 47,5
42 sexies 83,6 119,4 125,5
46 2,5 7,6 7,6
Totali
in milioni di euro
183,6 200,5 206,6

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: